Il Manoscritto

Le Très Riches Heures del Duca di Berry sono certamente l’opera più famosa di tutti i tempi nel campo dell’illustrazione libraria. Un manoscritto di superba bellezza, sontuosamente miniato agli inizi del Quattrocento dai fratelli Limbourg per conto del più facoltoso e competente collezionista dell’epoca, Jean de Berry, figlio, fratello e zio di tre re di Francia: Giovanni II il Buono, Carlo V e Carlo VI.

Una prodigiosa decorazione

Ogni pagina del meraviglioso manoscritto presenta una decorazione di stupefacente ricchezza e varietà. I suoi 208 fogli, pari a 416 pagine, comprendono infatti più di tremila iniziali dorate e ben 130 miniature rialzate in oro e in argento, tra cui le dodici celeberrime immagini del Calendario.

Fratelli di Fiandra

La fantastica decorazione delle Très Riches Heures del Duca di Berry è opera dei fratelli Herman, Paul e Jean de Limbourg, nati a Nimega sul finire del XIV secolo e morti quasi simultaneamente tra l’autunno del 1415 e la primavera del 1416. Tre artisti affiatati e geniali, autori di alcuni tra i più preziosi manoscritti miniati realizzati fra il crepuscolo del Gotico e l’alba del Rinascimento. Alla loro morte, il codice rimase incompiuto e fu ultimato solo intorno al 1485 da Jean Colombe per incarico del Duca di Savoia Carlo I.

Home | Il Manoscritto | Le miniature | Il facsimile | Il commentario | La Biblioteca Impossibile | Contatti | 

Franco Cosimo Panini Editore Via Giardini 474/D - 41124 Modena - tel. 800.019698 - fax 051.792356